LA CRITICA
"Personalmente non mi sono mai sentito un umorista. E' un'etichetta restrittiva, limitativa, che non mi piace. Sono uno scrittore e basta, senza aggettivi. La mia visione umoristica della vita non è voluta. Il mio umorismo, se di umorismo vogliamo parlare, lo trovo nelle cose. Per dirla con Dante: ho sempre scritto "come dentro detta". Ma che cosa è questo amore? io lo scrissi molto seriamente. Furono poi gli altri a dire che faceva divertire, non solo, ma che conteneva molte cose nuove, una specie di sasso buttato nello stagno della nostra letteratura. Lo spirito del libro nacque spontaneamente."

Achille Campanile

...Poi gli altri critici hanno scritto e continueranno a scrivere di Campanile, cercando di coglierne il senso profondo della sua arte. In passato le critiche non mancarono ma a favore di Campanile si "scomodarono" anche personaggi e letterati famosi come Bontempelli e Pirandello.

Lo scandalo della compagnia "Za Bum n. 8" , al teatro Barberini di Roma, culminato nel rifiuto degli attori della compagnia di rappresentare L'amore fa fare questo e altro, provocò una tale indignazione da far insorgere l'autore dei Sei personaggi in cerca d'autore con una risoluta lettera di solidarietà apparsa sul Marc'Aurelio del 17 giugno del 1933.

Fino a quando la critica proverà a spiegare il segreto dell'umorismo di Campanile, a cercare di forzare la cassaforte dei suoi segreti e lui