Il sito non utilizza cookies di nessun genere

X


1928
Con il romanzo "Se la luna mi porta fortuna" inizia un lungo sodalizio con la casa editrice Treves che durer´ sino al 1933.
La casa editrice fondata nel 1879 dai fratelli Emilio e Guido Treves fu per decenni la piú prestigiosa casa editrice italiana (con autori quali De Amicis, D’Annunzio, Pirandello, Verga, e una rivista come «L’Illustrazione Italiana»).
Dal diario dell' anno 1928
1 Gennaio
Intanto bisognava che cominciassi il nuovo romanzo per Treves. Non trovavo il tono. Una sera in Corso Italia vedendo il primo quarto di luna mi venne il diari_titoloolo: "Se la luna mi porta fortuna".
Pagine ironiche sui morti-vivi, liriche su Napoli e sui trenini di montagna, le storielle ferroviarie raccontate da Filippo, lo sventurato rubacuori Don Tancredi, il misterioso dottor Falcuccio e infine l'amoroso che si chiama Battista e il domestico Gastone d'Alencourt e "Raggio di Sole". Girandole di pazzesche trovate, di nonsensi e paradossi e poi pagine di intermezzi lirici, meditazioni sulla vita e sulla morte.

top | back

Seleziona l'anno:
- 1919
- 1922
- 1923
- 1925
- 1926
- 1927
- 1928
- 1932
- 1933
- 1934
- 1939
- 1943
- 1944
- 1950
- 1951
- 1952
- 1953
- 1967


Home Diari