Il sito non utilizza cookies di nessun genere

X


1934
Mentre continuano i successi per i servizi sul mostro di Lock Ness, tanto da convincere il direttore della Gazzetta del Popolo ad un compenso straordinario, Campanile che ha pubblicato un nuovo romanzo dal diari_titoloolo "Amiamoci in fretta", viene ricevuto da Galeazzo Ciano, del quale era amico ( in altra pagina dei Diari lo scrittore racconta di aver partecipato alle esequie del padre di Galeazzo). Il motivo della visita probabilmente legato ad affari personali di Campanile a seguito di accertamenti tributari, dopo avre conseguito il Premio Viareggio.


Dal diario dell' anno 1934
Gennaio
8 lunedí
A portare a Amicucci lettera con cui chiedo un extra compenso per Lock Ness (Amicucci mi mander´ 1000 lire in piú).

Gli articoli di Lock ness hanno avuto immenso successo. Molte lettere di lettori. Un veglione in Piemonte per me e mostro. Un traduttore inglese chiede permesso tradurre articoli e collocarli.

Renato Casalbore, gran gentiluomo, amico e anima di poeta, mi scrive complimentadomi commosso.

10 mercoledí

Da Galeazzo Ciano per le tasse. Mi dice che Mussolini leggeva" Diario ecc." e gli domandó: "Che fa Campanile?" Ciano " Autore di Amiamoci in fretta". Duce: " Ah,no, in fretta no" (per fare figli). Ciano:"Anzi, meglio, piú facilmente si resta in cinta, quando si fanno le cose in fretta" Mi fa una lettera per il capogabinetto del sottosegretario alle Finanze Young.


Il romanzo, "Amiamoci in fretta", pare che gli avesse attirato le ire di Mussolini. Il Duce vedeva nella fretta, paradossalmente, un ostacolo alla campagna demografica. Fu l'incontro con la censura per Campanile.

Pare che sia stato lo stesso Ciano a salvarlo, convincendo il suocero che non c’era sistema piú sicuro dell'amore fatto alla svelta, senza precauzioni, per dare nuovi figli alla Patria.


top | back

Seleziona l'anno:
- 1919
- 1922
- 1923
- 1925
- 1926
- 1927
- 1928
- 1932
- 1933
- 1934
- 1939
- 1943
- 1944
- 1950
- 1951
- 1952
- 1953
- 1967


Home Diari